Serie C

C Gold - Doppio derby in casa Torino. Per Ciriè e Borgomanero è caccia ai playoff

Il Cus ospita la 5 Pari, Collegno affronta Crocetta, tra Ciriè e Borgomanero è scontro diretto

Giulia Abbate
13.04.2018 16:40

(Photo credit: Ciriè)

Vigilia di campionato di Serie C Gold, vigilia della penultima giornata di regular season. Un turno che potrà regalare ancora sorprese ed emozioni visti i match in programma presentati, come di consueto dalle voci dei coach torinesi. In particolare, gli occhi saranno puntati sul doppio derby Cus Torino-5 Pari e Don Bosco Crocetta-Collegno. Due partite estremamente interessanti a cui si aggiungerà la sfida, fondamentale, del Ciriè in casa del Borgomanero, diretta concorrente nella caccia all’ultimo posto valido per la qualificazione ai play-off. Vediamo dunque le sensazioni prepartita dei protagonisti di questo penultimo weekend di campionato.

CUS TORINO – 5 PARI

Prove generali di play-off in casa Cus Torino  e 5 Pari che si affronteranno nel derby torinese in casa dei cussini dando vita ad una delle sfide destinate ad animare anche la fase finale di questa stagione di Serie C Gold. “La gara contro la 5 Pari, oltre ad essere un derby torinese, vale per mantenere un buon piazzamento nella griglia playoffci ha raccontato il coach dei cussini Alessandro Porcella. “Purtroppo arriviamo da un periodo complicato dal punto di vista fisico perché oltre ai normali acciacchi, che a questo punto della stagione devono essere messi in conto, abbiamo due infortunati nello stesso ruolo e un terzo che sarà valutato nell'ultimo allenamento. In settimana abbiamo provato qualche assetto diverso senza andare ad alterare il dinamismo che ci ha identificato per tutto il campionato”. E l’avversario di giornata non è certamente una squadra da sottovalutare: “La 5 Pari nel girone di ritorno ha trovato continuità di gioco e risultati. È una squadra atipica, stazzata ma senza un vero lungo di riferimento. Hanno almeno 3 giocatori che per stazza e tecnica possono giocare in post basso e produrre punti in avvicinamento a canestro ma allo stesso tempo sono in grado di tirare da tre punti e mettere la palla a terra per attaccare in palleggio. Gli esterni sono abili tiratori e qualcuno in particolare in uscita dai blocchi, segno che dovremo sempre correre con loro e lavorare difensivamente sui blocchi con attenzione ed energia. Detto questo la vera differenza la farà il carattere e il temperamento, due ingredienti che in un derby non possono mai mancare”.

A far eco ad Alessandro Porcella è anche il coach della “5”, Daniel Rossin che analizza così il momento dei Draghi: “Usciamo dalle partite con Crocetta e Domodossola con una forte fiducia in quello che stiamo facendo. È chiaro che fisiologicamente il pensiero sia ormai ai playoff ma vogliamo proseguire la nostra strada facendo sempre un passo in avanti. Il Cus è una squadra capace di grandi accelerazioni, grandi ritmi e di fare tante scelte tattiche per mettere in difficoltà gli avversari. Purtroppo, siamo costretti a recuperare e risparmiare qualche acciaccato per presentarci al 100% nelle partite che contano. L’attacco deve saper essere efficace e perdere pochi palloni perché quando sei fuori casa questo diventa la cosa più importante. Abbiamo un grande desiderio di prenderci la rivincita della partita d’andata, quando giocammo una delle peggiori partite della stagione. Mi aspetto una prestazione di orgoglio da parte della squadra”.

DON BOSCO CROCETTA – COLLEGNO BASKET

Come anticipato, Cus-5 Pari non sarà l’unico derby di giornata. Altra stracittadina, infatti, sarà quella tra il Don Bosco Crocetta, saldamente al secondo posto, e il Collegno. Una partita che non avrà molto da dire in chiave classifica ma che sarà un test importante per le due formazioni in vista dei paly-off e della caccia alla salvezza. “È l’ennesimo derby di una stagione che ne è stata piena”, commenta Arioli, coach dei Salesiani. “Sarà una partita che in termini di classifica non avrà forse molto significato ma è un derby e dovremo cercare di continuare con la nostra buona condizione. Siamo sul pezzo, sappiamo che Collegno, al di là della classifica, ha un grande potenziale. Pensavo potesse entrare nelle squadre migliori invece giocano per la salvezza ma sono una formazione grossa, potente. Sappiamo che giocheremo contro un team di grande qualità e fisicità. Vogliamo gestire le ultime due partite per trovare una condizione ideale per i playoff. Proveremo qualche opzione nuova ancora ma mi aspetto soprattutto un buon livello di concentrazione. Ricordando anche che all’andata abbiamo giocato 30 minuti di buonissima pallacanestro. Arriviamo preparati, concentrati. Fisicamente siamo al top, abbiamo l’organico al completo”.

Per quanto riguarda il Collegno, invece, i ragazzi di coach Leccia hanno la certezza di doversi giocare la salvezza ai playout ma, nonostante non sposti gli equilibri sotto questo punto di vista, la sfida con Crocetta potrebbe ancora regalare un piccolo vantaggio ai torinesi: “Andiamo a giocare in casa di una delle squadre più blasonate del campionato e anche se loro sono già sicuri della posizione nella griglia playoff, sicuramente vorranno chiudere la stagione regolare con una vittoria davanti al loro pubblico. Per quanto riguarda i giocatori Gioria, Conti e gli altri non hanno bisogno di presentazioni. Noi invece abbiamo la sicurezza di essere ai playout contro Fossano ma la matematica ci concede ancora una speranza di poter avere l’eventuale bella in casa e quindi abbiamo il dovere di provarci nonostante l’avversario. Al di là del risultato vogliamo fare una bella partita per prepararci bene alla fase playout”.

BORGOMANERO - CIRIÈ

Protagonista di una sfida fondamentale dal punto di vista della classifica sarà invece il Ciriè di coach Cibrario che sfiderà in trasferta il Borgomanero, diretta concorrente nella corsa ai playoff. “Sarà una sfida importantissima, sicuramente la determinazione ma anche la tranquillità nel fare le scelte giuste sarà un’arma importante. Loro hanno un paio di giocatori in grado di fare queste scelte e giovani bravi anche se con meno esperienza. Hanno un mix strano fatto di alcuni giocatori super esperti e 8 bravi giovani. Noi siamo più equilibrati sotto questo aspetto ma siamo anche portati a giocare più di cuore che di testa, anche se spero che la useremo nei momenti opportuni”. Indipendentemente dal risultato di questa sfida, tuttavia, la stagione di Ciriè non può non considerarsi soddisfacente: “Noi siamo già contenti di arrivare a giocarci i playoff fino all’ultima partita. Andiamo con ferma convinzione di voler ottenere la 4ª vittorie consecutiva ed espugnare Borgomanero. Savoldelli? È ancora in forse. Non è un no per la partita contro Borgomanero e già questo è un bene ma valuteremo domani sera le sue condizioni. Certo non arriviamo a questa sfida nel migliore dei modi: è stata una settimana difficile anche per gli allenamenti ma non sarà certo questa la scusa, sia se le cose vadano bene o male".

LE ALTRE

Infine, saranno 3 le sfide che completeranno il quadro della penultima giornata della regular season della C Gold Piemontese. Il Fossano ospiterà in casa la Fortitudo Alessandria, Domodossola affronterà Il Canestro mentre Bra sfiderà davanti al proprio pubblico Trecate. Turno di riposo, invece, per Casale.

IL PROGRAMMA DELLA 25ª GIORNATA

Virtus Fossano-Fortitudo Alessandria (Sabato ore 20:30)
Cus Torino-5Pari (Sabato ore 20:45)
Don Bosco Crocetta-Collegno (Sabato ore 21)
College Borgomanero-Ciriè (Sabato ore 21:15)
Rosmini Domodossola-Il Canestro Alessandria (Domenica ore 18)
Basket Team 71 Bra-Basket Trecate (Domenica ore 18)

 

 

 

Commenti

VIDEO - Atripaldi: “Torino, conquistiamo insieme i playoff”
VIDEO - Galbiati: "Con la Virtus un solo risultato possibile"