Serie C

Serie C Gold - La presentazione dell'ultima giornata di campionato

Le voci dei coach torinesi ci raccontano le ultime sfide della regular season

Giulia Abbate
20.04.2018 15:58

Siamo giunti all’ultimo weekend di regular season della C Gold Piemontese e in classifica i giochi sono ormai quasi definitivamente conclusi anche per le torinesi. Quasi perché in ballo c’è ancora la sfida che Ciriè lancerà domani sera al Don Bosco Crocetta con l’obiettivo di portare a casa un risultato tanto difficile quanto fondamentale per evitare i playout e ottenere la sicura e matematica salvezza. Un ultimo derby che sarà certamente l’incontro più caldo di questa ultima giornata di campionato. Per le altre torinesi, invece, i traguardi sono ormai chiari. Restando in zona salvezza, prima di puntare l’attenzione ai playout, Collegno avrà ancora un ultimo impegno casalingo contro Domodossola mentre, risalendo in zona playoff, la 5 Pari ospiterà il Fossano e il Cus è atteso dalla trasferta in casa degli alessandrini de Il Canestro. E anche per quest’ultimo appuntamento, a presentare le sfide in programma saranno proprio i coach che per tutta la stagione ci hanno raccontato la palla a spicchi torinese.

CIRIÈ-DON BOSCO CROCETTA

Per Ciriè è arrivato il girono della sfida da dentro o fuori per i playout. Un match che vedrà i ragazzi di Cibrario scontrarsi con l’ostacolo Don Bosco Crocetta per cui, come ci racconta proprio il coach, “dobbiamo prepararci mentalmente sia per questa partita e poi, eventualmente per gli eventuali playout. Dobbiamo avere la testa a domani e sapere che se porteremo a casa la vittoria vorrà dire che siamo stati bravi e che potremo riposarci e poi pensare alla prossima stagione. Noi ci metteremo la massima determinazione per vincere e poi faremo attenzione anche a quello che capiterà sugli altri campi per capire quale sarà il nostro futuro. Fisicamente stiamo bene, abbiamo recuperato Savoldelli che sta molto meglio della scorsa settimana e anche Marchis che è rientrato dall’America. Siamo in formazione completa e siamo pronti”.

Una partita che, al contrario, non servirà a molto dal punto di vista della classifica, al Crocetta. Coach Arioli, tuttavia non ha dubbi, i salesiani non possono permettersi di sottovalutare la gara: “Siamo arrivati all’ultimo step della prima fase. Sarà una partita che al fine della nostra classifica non aggiungerà né toglierà nulla ma sarà comunque importante per diversi motivi. Intanto servirà per arrivare ai playoff con una buona inerzia sia dal punto di vista fisico, visto che adesso abbiamo una buona condizione, sia dal punto di vista mentale. E poi abbiamo l’obbligo di onorare la partita nel rispetto del campionato e dei nostri avversari. Giocheremo contro Ciriè, su un campo difficile e contro una buona squadra che ha come obiettivo quello di evitare i playout. Faranno di tutto per metterci in difficoltà. Dal canto nostro, sicuramente proveremo ancora qualche soluzione nuova in vista poi dei playoff come abbiamo fatto contro Collegno. Sono molto soddisfatto dell’atteggiamento visto la scorsa settimana e quello che voglio e rivederlo anche in quest’ultima partita”.

5 PARI-FOSSANO

Per la 5 Pari, invece, l’ultimo incontro sarà fondamentale per ritrovare la giusta condizione mentale, come ci racconta coach Daniel Rossin: “Il risultato di questa partita è l’ultimo dei nostri problemi. Il più grande obiettivo è sconfiggere il maiale che abbiamo in mezzo alle nostre orecchie: dobbiamo ri-sintonizzarci e prepararci ad affrontare i playoff al meglio delle nostre possibilità. Lo dobbiamo soprattutto a noi stessi ed alla società che ci ha sempre supportato. Una prestazione presuntuosa come il secondo tempo al Cus Torino spero non si veda più. Orgoglio e cuore, se ci sono, si vedono in queste occasioni. Oltre che individualmente sarà fondamentale farli venire fuori anche di squadra.”

IL CANESTRO-CUS TORINO

Sfida importante per il Cus Torino che scoprirà se potrà sfruttare il favore del campo o no nei prossimi playoff, come chiarisce coach Porcella: “Siamo all’ultima partita della regular season, sperando in una serie lunga dei playoff. Purtroppo abbiamo molti infortunati, recupereremo Fantolino ma di certo non ci saranno Tiberti e Stola quindi saremo particolarmente rimaneggiati fisicamente. Giocheremo contro Il Canestro che si gioca la salvezza e la partita sarà importante perché determinerà se chiuderemo l’anno al 4° o il 5° posto stabilendo se avremo il favore del campo nei playoff contro la Zimetal Alessandria. Il Canestro è una squadra che gioca a ritmi alti e con una grande abilità nel tiro da tre quindi con un gioco perimetrale. Dovremo essere bravi a mettergli la giusta pressione, a marcare sul perimetro e a stare attenti. A prescindere da questo, resta comunque la grande soddisfazione per il risultato ottenuto durante l’anno”.

COLLEGNO BASKET-DOMODOSSOLA

Non sarà una partita semplice per la squadra di Leccia, al cospetto di un'avversaria molto forte da affrontare in precarie condizioni fisiche: "Non è stata una settimana entusiasmante visti i problemi di infortuni e influenze vari. La matematica ci dice che facendo due punti e sperando in un risultato favorevole potremmo guadagnare una posizione in classifica e quindi abbiamo il dovere di provarci nonostante tutto, avremo bisogno della mano di tutti, giovani compresi. L'avversario che arriverà a Collegno non ha bisogno di presentazioni e sicuramente non verrà qui in gita, nessuno vuole iniziare una post season con una sconfitta. Al di là dell'avversario penso che in questo momento sia fondamentale il nostro atteggiamento e il nostro approccio alla partita.

LE ALTRE

Con il Bra a Riposo, a completare la giornata saranno la sfida tra Alessandria e Casale e quella tra Trecate e il College Borgomanero.

IL PROGRAMMA DELL’ULTIMA GIORNATA

Fortitudo Alessandria-Tecpool Casale (Sabato ore 18:30)
Il Canestro-Cus Torino (Sabato ore 21)
Ciriè-Don Bosco Crocetta (Sabato ore 21)
5 Pari-Fossano (Sabato ore 21)
Collegno Basket-Domodossola (Sabato ore 21:15)
Trecate-College Borgomanero (Domenica ore 18)

Siamo giunti all’ultimo weekend di regular season della C Gold Piemontese e in classifica i giochi sono ormai quasi definitivamente conclusi anche per le torinesi. Quasi perché in ballo c’è ancora la sfida che Ciriè lancerà domani sera al Don Bosco Crocetta con l’obiettivo di portare a casa un risultato tanto difficile quanto fondamentale per evitare i playout e ottenere la sicura e matematica salvezza. Un ultimo derby che sarà certamente l’incontro più caldo di questa ultima giornata di campionato. Per le altre torinesi, invece, i traguardi sono ormai chiari. Restando in zona salvezza, prima di puntare l’attenzione ai playout, Collegno avrà ancora un ultimo impegno casalingo contro Domodossola mentre, risalendo in zona playoff, la 5 Pari ospiterà il Fossano e il Cus è atteso dalla trasferta in casa degli alessandrini de Il Canestro. E anche per quest’ultimo appuntamento, a presentare le sfide in programma saranno proprio i coach che per tutta la stagione ci hanno raccontato la palla a spicchi torinese.

CIRIÈ-DON BOSCO CROCCETTA

Per Ciriè è arrivato il girono della sfida da dentro o fuori per i playout. Un match che vedrà i ragazzi di Cibrario scontrarsi con l’ostacolo Don Bosco Crocetta per cui, come ci racconta proprio il coach, “dobbiamo prepararci mentalmente sia per questa partita e poi, eventualmente per gli eventuali playout. Dobbiamo avere la testa a domani e sapere che se porteremo a casa la vittoria vorrà dire che siamo stati bravi e che potremo riposarci e poi pensare alla prossima stagione. Noi ci metteremo la massima determinazione per vincere e poi faremo attenzione anche a quello che capiterà sugli altri campi per capire quale sarà il nostro futuro. Fisicamente stiamo bene, abbiamo recuperato Savoldelli che sta molto meglio della scorsa settimana e anche Marchis che è rientrato dall’America. Siamo in formazione completa e siamo pronti”.

Una partita che, al contrario, non servirà a molto dal punto di vista della classifica, al Crocetta. Coach Arioli, tuttavia non ha dubbi, i salesiani non possono permettersi di sottovalutare la gara: “Siamo arrivati all’ultimo step della prima fase. Sarà una partita che al fine della nostra classifica non aggiungerà né toglierà nulla ma sarà comunque importante per diversi motivi. Intanto servirà per arrivare ai playoff con una buona inerzia sia dal punto di vista fisico, visto che adesso abbiamo una buona condizione, sia dal punto di vista mentale. E poi abbiamo l’obbligo di onorare la partita nel rispetto del campionato e dei nostri avversari. Giocheremo contro Ciriè, su un campo difficile e contro una buona squadra che ha come obiettivo quello di evitare i playout. Faranno di tutto per metterci in difficoltà. Dal canto nostro, sicuramente proveremo ancora qualche soluzione nuova in vista poi dei playoff come abbiamo fatto contro Collegno. Sono molto soddisfatto dell’atteggiamento visto la scorsa settimana e quello che voglio e rivederlo anche in quest’ultima partita”.

5 PARI-FOSSANO

Per la 5 Pari, invece, l’ultimo incontro sarà fondamentale per ritrovare la giusta condizione mentale, come ci racconta coach Daniel Rossin: “Il risultato di questa partita è l’ultimo dei nostri problemi. Il più grande obiettivo è sconfiggere il maiale che abbiamo in mezzo alle nostre orecchie: dobbiamo ri-sintonizzarci e prepararci ad affrontare i playoff al meglio delle nostre possibilità. Lo dobbiamo soprattutto a noi stessi ed alla società che ci ha sempre supportato. Una prestazione presuntuosa come il secondo tempo al Cus Torino spero non si veda più. Orgoglio e cuore, se ci sono, si vedono in queste occasioni. Oltre che individualmente sarà fondamentale farli venire fuori anche di squadra.”

IL CANESTRO-CUS TORINO

Sfida importante per il Cus Torino che scoprirà se potrà sfruttare il favore del campo o no nei prossimi playoff, come chiarisce coach Porcella: “Siamo all’ultima partita della regular season, sperando in una serie lunga dei playoff. Purtroppo abbiamo molti infortunati, recupereremo Fantolino ma di certo non ci saranno Tiberti e Stola quindi saremo particolarmente rimaneggiati fisicamente. Giocheremo contro Il Canestro che si gioca la salvezza e la partita sarà importante perché determinerà se chiuderemo l’anno al 4° o il 5° posto stabilendo se avremo il favore del campo nei playoff contro la Zimetal Alessandria. Il Canestro è una squadra che gioca a ritmi alti e con una grande abilità nel tiro da tre quindi con un gioco perimetrale. Dovremo essere bravi a mettergli la giusta pressione, a marcare sul perimetro e a stare attenti. A prescindere da questo, resta comunque la grande soddisfazione per il risultato ottenuto durante l’anno”.

LE ALTRE

Con il Bra a Riposo, a completare la giornata saranno la sfida tra Alessandria e Casale e quella tra Trecate e il College Borgomanero.

IL PROGRAMMA DELL’ULTIMA GIORNATA

Fortitudo Alessandria-Tecpool Casale (Sabato ore 18:30)
Il Canestro-Cus Torino (Sabato ore 21)
Ciriè-Don Bosco Crocetta (Sabato ore 21)
5 Pari-Fossano (Sabato ore 21)
Collegno Basket-Domodossola (Sabato ore 21:15)
Trecate-College Borgomanero (Domenica ore 18)

 

Commenti

La Fiat Torino si prepara alla trasferta di Reggio Emilia
Ilaria Rebba e la domenica "caldissima" per la C femminile