Serie A

Torino, che paura: con Capo d'Orlando, vittoria al fotofinish (88-87)

Decide un canestro di Daniele Toscano, a pochi secondi dalla sirena

06.02.2022 14:49

Torino agguanta la vittoria al fotofinish: al Pala Gianni Asti i gialloblù si impongono negli ultimi istanti del match (88-87 il finale) su una mai doma Infodrive Capo d'Orlando (che aveva raggiunto anche le 17 lunghezze di vantaggio) al cospetto di una Reale concentrata fino all'ultimo, quando i nervi saldi hanno fatto la differenza proprio all'ultima curva, con il canestro di Toscano che ha regalato una vittoria fondamentale ai ragazzi di Casalone, dopo il successo di domenica scorsa sul campo di Piacenza.

I siciliani partono subito forte sull'acceleratore, mettendo subito in chiaro quella che sarà l'inerzia di lunga parte del match. Poser e King fanno il bello ed il cattivo tempo, e per Torino la strada si fa subito in salita (11-20 al 6'). Landi con 9 punti nella prima frazione prova a tenere a galla i suoi, ma la squadra di Cardani controlla fino alla prima sirena (18-25 al 10'). Nella seconda frazione, l'Orlandina prende il largo, con la Reale che vede sempre più piccolo il canestro avversario e con gli isolani che iniziano a fare male davvero alla difesa gialloblù, specie da oltre l'arco, e il divario aumenta ancora (27-42 al 15'). Scott, con un lusinghiero 5-6 dal campo, prova a tenere a galla i suoi, aiutato da un paio di conclusioni di capitan Alibegovic, ma i siciliani colpiscono con precisione chirurgica, ogni volta che Torino prova a rifarsi sotto. E così, all'intervallo lungo, il tabellone del Pala Gianni Asti vede la Infodrive avanti di dieci lunghezze (42-52 al 20'), con l'inchiodata di Devon Scott che chiude la frazione.

Le bombe di Alibegovic e Davis riportano Torino ad un soffio (51-55 al 22'), a cui rispondono King e Mack da oltre l'arco, con un parziale di 13-3 che in un amen ristabilisce una distanza di sicurezza per la Infodrive (54-68 al 26'). La musica non cambia in chiusura di terza frazione, con Torino che non trova più il canestro con continuità mentre agli ospiti pare riuscire tutto facile, specie in attacco dove la palla circola fluida, con la Reale che però torna a contatto a ridosso della penultima sirena (67-73 al 30').

Il canestro di Poser apre l'ultima frazione, con Alibegovic che risponde dalla distanza con una bomba che accende il Ruffini ed il canestro del giovane Oboe riporta Torino ad un canestro di distacco (72-75 34'). Il quinto fallo di Diouf regala a Scott il libero della parità a quota 76, e nell'azione seguente fallo di Vecerina che costa il secondo fallo tecnico alla panchina siciliana, ed i liberi di Alibegovic che fanno rimetere il naso avanti ai ragazzi di Casalone (79-78 al 36'). Quinto fallo anche per Landi a 120” dalla sirena, con il match sempre in bilico. Il gioco da tre punti di Toscano riporta tutto in parità (86-86 a 30” dal termine) ma il fallo di Scott manda Poser in lunetta: le mani del trevigiano tremano, ne realizza solo uno (86-87 con 16” da giocare).

Ma Daniele Toscano invece è lucidissimo, segna e subisce fallo e, nonostante l'errore dalla lunetta, fissa il punteggio sul 88-87 che regala ai ragazzi di Casalone la seconda vittoria in fila, inseguita fino all'ultimo con grande piglio, anche se insperata ad un tratto del match, quando la distanza pareva essersi fatta siderale. Per i gialloblù altro fieno in cascina in classifica, in vista del prossimo impegno domenica prossima nel derby contro Biella.

Commenti

Finale amaro: Torino è sconfitta da Cantù dopo un overtime 83-85
Troppa Torino per la Edilnol: la Reale dilaga al Forum (60-86),il derby è suo.