News

Finale amaro: Torino è sconfitta da Cantù dopo un overtime 83-85

23.01.2022 20:09

La Reale Mutua Basket Torino scende in campo con desiderio di rivalsa dopo le ultime sconfitte che hanno compromesso una buona prima parte di stagione, e lo fa senza Toscano, Oboe e Raviola out per Covid. L’avversario non è dei più semplici, anzi, Cantù sta disputando una stagione ottima candidandosi alla lotta per salire in serie A. Dovrà però fare a meno di uno dei suoi giocatori più talentuosi, l’americano Johnson, che ha deciso di non vaccinarsi e di proseguire la sua stagione in Polonia.

Al termine di una partita molto combattuta, dopo un tempo supplementare, il risultato premia Cantù.

La prima frazione si apre 5 punti per Cantù, Landi risponde con una tripla,  la difesa torinese concede troppo spazio e gli avversari realizzano. L’americano Allen è mortifero da tre punti e Davis risponde alla sfida. Scott realizza da sotto, Davis è in ritmo e segna il pareggio. Torino spreca troppi falli e si affida troppo alle percentuali dall’arco, permettendo a Cantù di tornare avanti. Il canestro di Alibegovic chiude il quarto sul 19-21.

Pagani va in lunetta per aprire il secondo quarto, Davis segna da tre subendo fallo e realizzando il libero aggiuntivo; il capitano gialloblu segna dalla media, Zugno appoggia al tabellone il +5. Nikolic segna da tre, Davis risponde prontamente. Duello Pagani-Bucarelli che entrambi realizzano da sotto, Davis è immarcabile dietro l’arco. Due punti di Allen, Landi ne mette tre, De Vico fa un ottimo lavoro a rimbalzo. Il primo tempo si chiude sul 42-38.

Alibegovic segna i primi due punti del secondo tempo, Davis sbaglia la prima tripla della sua gara e si prende un fallo tecnico; De Vico in lunetta fa 2/2, Cantù replica dall’area. Allen realizza i liberi del fallo intenzionale fischiato a De Vico, il quale poi si fa perdonare in attacco. Scott e De Vico realizzano i liberi, Stefanelli e Sergio segnano da tre; Bucarelli in lunetta riporta il punteggio in parità. Segna Scott, che lotta come un leone a rimbalzo, e coach Sodini si innervosisce guadagnando un fallo tecnico. Alibegovic segna in penetrazione con fallo ma non realizza il libero aggiuntivo, Bayehe subisce fallo ma sbaglia i liberi chiudendo il terzo quarto sul 62-59.

Bucarelli apre l’ultima frazione con due punti realizzati e il canestro di Nikolic riporta Cantù avanti, due falli e una persa di Pagani non aiutano. Da Ros segna due punti, Scott risponde. Gli avversari dalla lunetta si portano sul +3, Davis ne realizza 2/2. Il tecnico fischiato a De Vico per proteste accorcia le rotazioni di Torino, in una partita giocata ormai tutta sui tiri liberi. Landi ne segna 2, Cusin 1, Zugno realizza da sotto; Alibegovic fa 2/2, Allen segna dalla media. Quinto fallo di Scott, Stefanelli fa 2/2. Davis segna in penetrazione e dalla lunetta per il pareggio a 50” dal termine, Cusin sbaglia ma Torino perde palla; Allen penetra ma fa fallo in attacco. Davis tira per la vittoria ma il ferro non collabora: 77-77, è overtime.

Zugno sbaglia dall’arco e anche Cantù non segna ma si sblocca dalla lunetta, a Torino non entra più nulla. Il 2+1 di Landi porta i gialloblù a +1, Cusin fa 2/2. Landi esce per 5 falli e al suo posgo entra il giovane Pirani, Pagani segna da sotto e realizza il libero aggiuntivo. Bucarelli ne mette 2 e Nikolic segna il +2. Il tiro di Davis non entra e la gara termina 83-85.

Nonostante l’ottima partita giocata e la tenacia dimostrata in campo, Torino non riesce ad uscire dal suo periodo nero.

Commenti

“Abbiamo di nuovo tre casi di positività, ma con Cantù cercheremo di dare tutto”
Torino, che paura: con Capo d'Orlando, vittoria al fotofinish (88-87)