Serie A

Torino ci prova fino alla fine, ma al PalaVela è Cantù a festeggiare: 96-106 dts

I ragazzi di Galbiati cedono all'Acqua San Bernardo dopo un tempo supplementare

Fabio Milano
06.01.2019 19:25

Nella gara più importante ed insidiosa dell'anno, Torino perde in volata dopo un tempo supplementare (91-91 al termine dei primi 40') la sfida del PalaVela, in quello che era a tutti gli effetti un vero e proprio scontro diretto per le zone meno nobili della classifica, giunta per di più contro i rivali storici della Pallacanestro Cantù: i ragazzi di Paolo Galbiati (all'esordio casalingo sulla panchina gialloblù dopo la separazione da coach Larry Brown) si devono infatti inchinare ai lombardi dell'Acqua San Bernardo (96-106 il punteggio finale), trascinati da un Gaines stellare ed autore di 26 punti.

Torino resta così ancorata a quota otto punti, scavalcata proprio dai brianzoli che volano invece a dieci punti in classifica generale.

Prima dell'inizio del match, la curva Guerrieri ha esposto lo striscione “Io sto con Delfino”, con una coreografia che riproduceva il numero dieci, quello indossato dall'argentino (presente sugli spalti del Vela) fino a qualche settimana fa. Assente, invece, il vice presidente Francesco Forni.

Tra i gialloblù, ottima la prova di Tony Carr ( 21 punti per l'americano) e di un ritrovato McAdoo.

Per la Fiat, alla terza sconfitta consecutiva, l'immediato futuro si chiama Pesaro, in un'altra sfida ad altissima tensione per la deficitaria classifica dell'Auxilium .In attesa di sviluppi sul fronte societario.

CRONACA

Nella prima frazione, che parte in sostanziale equilibrio, Cantù si regge sull'asse Jefferson-Gaines e prova il primo allungo del match (7-12 al 5'). Torino, però, si rimette a giocare con maggior lucidità specie in attacco e trova il primo vantaggio siglato da Jaiteh (16-14 al 8'). Si prosegue in sostanziale equilibrio, con i brianzoli che ribattono colpo su colpo e si va così al primo intervallo con la Fiat avanti di un canestro (25-23 al 10').

 

McAdoo, stasera più convincente che in altre occasioni, trascina l'Auxilium in apertura di seconda frazione ma la San Bernardo non molla con Gaines che continua a fare il bello ed il cattivo tempo nell'area gialloblù (32-36 al 15'). Cantù continua a fare male, specie da oltre l'arco, ed in un amen vola via (36-44 al 17'). Carr, però, tiene Torino in linea di galleggiamento e con un parziale di 5-0 la Fiat torna a contatto (41-44 al 19'). All'intervallo lungo si va però con gli ospiti in vantaggio 47-49.

La Fiat si ripresenta in campo determinata ed intenzionata a vender cara la pelle: la Fiat rimette il naso avanti grazie alla coppia Carr-Cusin (58-57 al 25') ma è l'equilibrio a farla da padrone e si va all'ultima pausa con le due squadre ancora appiccicate nel punteggio (65-66 al 30').

Una tripla di Wilson (più fallo) regala ai gialloblù un gioco da quattro punti (71-69 al 32') con Cantù che pasticcia in attacco, ma l'equilibrio non si spezza (parità a quota 80 al 35') e si arriva al finale in volata (91-91 al 40') che costringe le due squadre all'overtime, dove è Cantù ad imporsi con il punteggio finale di 96-106.

TABELLINO

Fiat Torino: Wilson 14, Anumba ne, Carr 21, Hobson 16, Guaiana ne, Poeta 10, Cusin 5, McAdoo 19, Jaiteh 2, Stodo ne, Portannese ne, Moore 9 . All: Galbiati.

Acqua S.Bernardo Cantù: Gaines 26, Mitchell 15, Blakes 15, Udanoh 14, Baparapè ne, Parrillo ne, Davis 11, Tassone 3, LaTorre, Pappalardo ne, Quaglia ne, Jefferson 22. All: Pashutin.

 

Commenti

Il nostro anno gialloblu
Le pagelle di Torino - Cantù