Pagelle

Torino vs Trieste: le pagelle

Arianna Spennacchio
14.10.2018 10:09

La prima vittoria stagionale della Fiat Torino è il risultato di una buona prova corale dei suoi giocatori: tutti hanno dimostrato di avere una gran voglia di vincere e la squadra ha saputo tenere a freno una Trieste insidiosa seppur non al completo.

La Fiat finalmente si sblocca anche grazie al tiro da fuori, con Carr sugli scudi (5/9 da 3 punti) aiutato da Delfino e con Rudd in costante miglioramento.

Sulle ali dell'entusiasmo, ecco le pagelle della seconda giornata di campionato.

 

Wilson 7: finalmente vediamo in campo qualcuno che somiglia al giocatore che abbiamo ardentemente desiderato tornasse a Torino. Non è ancora al massimo delle sue potenzialità ma lotta in difesa, segna 14 punti e cattura 8 preziosi rimbalzi.

Rudd 7.5: bastava saper aspettare. Il giocatore spento delle ultime partite si è finalmente svegliato tirando fuori gli artigli. Buon tiratore di triple e di liberi, il che non fa mai male, ci regala giocate di classe in attacco e un buon apporto difensivo. Chiede il cambio per un piccolo problema alla caviglia dopo aver messo a dura prova gli avversari.

Carr 8.5: quest'anno è lui The Machine (perdonate di nuovo un gioco di parole) con 5 triple a segno. Con freddezza e maturità tira fuori gli attributi e dà la spinta alla squadra quando non si riusciva a trovare il canestro. Praticamente perfetto per tutta la partita resta poi in panchina per quasi tutto l'ultimo quarto dopo aver guidato l'assalto ai triestini.

Poeta 8: oggi più che mai cuore di Capitano. Gli darei un 10 ogni volta che lo vedo incitare il pubblico ma cerco di moderarmi sottolineando però il suo essere meravigliosamente fastidioso in difesa. Recupera palla in un momento chiave del match conquistando anche due liberi per un fallo antisportivo, prende un rimbalzo in testa a Cittadini che vale da solo il prezzo del biglietto.

Delfino 7: quando lui entra in campo sembra che la squadra trovi ritmo. Piazza due triple, serve tre assist ma il suo contributo non si legge dai tabellini. Evergreen.

Cusin 7: solo due punti a segno ma tanta, tanta grinta. Vince il confronto con il veterano Cittadini e oggi è talmente utile alla squadra che quasi dispiace vederlo sedersi in panchina per dare il cambio a Mcadoo.

Mcadoo 6: è ancora lontano da una prestazione brillante ma specialmente negli ultimi minuti mostra segni di miglioramento e per questo motivo merita una stretta sufficienza.

Taylor 6.5: giocatore che si infiamma e si spegne velocemente, tra una magia in attacco e una palla persa di troppo. Gioca una buona partita ma oggi i protagonisti sono altri, nonostante i 13 ottimi punti segnati.

Cotton 6.5: si vede poco in attacco, sbaglia una schiacciata praticamente già fatta, ma è un mastino in difesa a cui non si può rinunciare.

Coach Galbiati 8: nel post partita ai microfoni è moderatamente soddisfatto ma sappiamo benissimo che si sarà strappato la camicia urlando con gioia "finalmente" non appena avrà potuto.  Amministra bene i cambi e la crescita della squadra è anche merito suo.

Commenti

La Fiat sprinta nel quarto e batte Trieste: primo successo al PalaVela
Ci abbiamo messo l'Alma