Pagelle

Pagelle Fiat: Mazzola il migliore, Blue inguardabile

Arianna Spennacchio
09.04.2018 15:30

Vander Blue  4

L'aria milanese non sembra smuoverlo, per lo meno sul campo da basket: 0 punti in 17 minuti, qualche raro tentativo di aiuto difensivo e tre assist non bastano nemmeno questa settimana a fargli raggiungere la sufficienza. Meritato però il premio costanza, era difficile dopo la Coppa Italia prevedere così tante brutte prestazioni consecutive. In campo continua ad apparire spaesato e spesso ci si dimentica della sua presenza; il coach non sa più che pesci prendere e lui si mostra sconsolato sui social.

Diante Garrett 7

Nel bene e nel male è sempre il punto di riferimento della squadra e contro Milano è apparso determinato: 20 punti, spesso frutto di giocate di grande talento, e 7 assist per mettere in ritmo i compagni. Meno confusionario del solito e solido in difesa, giocasse sempre al massimo delle sue capacità sarebbe indubbiamente uno dei migliori del campionato.

Norvel Pelle 6,5

Parte fortissimo, mette dentro qualunque pallone gli capiti per le mani e limita i salti a vuoto in difesa. Dopo lo stop in panchina però rientra in campo meno carico e si fa notare meno ma considerati i 9 minuti giocati la sua è comunque una prestazione più che sufficiente.

Sasha Vujacic 7

Nonostante la febbre gioca ben 37 minuti e da anche l'impressione che l'alta temperatura corporea non gli faccia poi così male: difende come sa fare quando ci mette voglia, non esagera nel prendersi tiri, segna quando serve anche se non con grandi percentuali dal campo e, cosa non di poca importanza, non reagisce male quando gli fischiano un fallo antisportivo.

Peppe Poeta 7

Il suo tabellino personale dice un punto ma le statistiche non gli rendono giustizia: nella sua 300esima partita in Serie A Peppe lotta come un leone, dimostra voglia di vincere e smazza 9 assist con grazia sopraffina.

Andre Jones SV

Soli 3 minuti in campo non permettono di giudicare la sua partita, non è riuscito ad esprimersi dopo la lunga sosta in tribuna.

Deron Washington 6

Non è lo stesso Deron che ci ha estasiati contro Cantù ma nemmeno quello irriconoscibile contro Pistoia: fai il suo e a tratti illumina, non svolta però la partita.

Valerio Mazzola 7,5

Non si vedeva un Mazzola così dalla finale di Coppa Italia e con il suo 4/4 da tre coglie di sorpresa anche i milanesi. Fa sentire il fisico in difesa e aggiunge 4 rimbalzi ai suoi 15 punti. Premio fair play per essersi fermato ad aiutare a rialzarsi un avversario invece di correre in contropiede.

Trevor Mbakwe 7

Partita di grande solidità, si sente la sua mancanza quando è seduto in panchina. Riesce a mettere in difficoltà i ben più grossi centri milanesi e si rialza come se nulla fosse dopo una storta non da poco.

Galbiati/Comazzi 7

In molti prima della gara davano i torinesi per spacciati e, pur nella sconfitta, lo staff è riuscito a far tacere chi dava la Fiat per finita. Una partita onorevole che avrebbe potuto regalare un lieto fine romantico alla favola di Galbiati. Apprezziamo le sue occhiaie nel prepartita che dimostrano quanto ci tenesse a far bene.

 

Commenti

Cinciarini e Goudelock infrangono i sogni della Fiat
Under 20 PMS a Pescia per conquistare l'accesso alle finali nazionali