News

Torino ci crede fino alla fine, ma al supplementare la spunta Vilnius: 96-101

Al Ruffini nona sconfitta in EuroCup per la squadra di coach Brown che deve arrendersi ai lettoni

Fabio Milano
11.12.2018 22:51

Nove sconfitte in altrettanti match europei per la Fiat, e l'incantesimo in EuroCup per la Cenerentola del torneo non si è spezzato nemmeno stasera. L'aria del Ruffini fa bene a Vilnius, che sbanca Torino (96-101 alla sirena finale dopo un tempo supplementare) di fronte ad un nutrito, colorato e festante gruppo di tifosi ospiti.

Ma la sconfitta di stasera brucia, e parecchio. Perché Torino ci ha creduto fino alla fine, provandoci in tutti i modi. Prima, rialzando la testa dopo essere stata indietro per lunghi tratti della gara, successivamente portando il match fino alla coda del supplementare, grazie ai due liberi di Carr che fissavano il punteggio a quota 86, e cedendo con onore soltanto nel finale.

Stipcevic per Torino è stato una costante spina nel fianco, imprendibile e decisivo nella vittoria finale dei lituani (31 punti con 3/5 da 2pt.e 6/10 da 3 e 41 di valutazione globale).

Tra i gialloblù, buona la prova del neo arrivato Dallas Moore autore di 26 punti e di giocate interessanti in fase di costruzione.

Assolutamente insufficiente invece la gestione della gara da parte della terna, con fischi alle volte incomprensibili ed incapace di decidere su un fallo/espulsione ai danni di Jamil Wilson con il Ruffini fermo, ad aspettare la scelta della triade, per minuti e minuti.

Torino nel finale ha provato a più riprese a raddrizzarla, quasi riuscendoci. Ma non è bastato. Dal Ruffini, stasera, è Vilnius ad uscire vittoriosa.

Ora, la testa dei gialloblù deve proiettarsi subito alla sfida di domenica prossima, in campionato contro la lanciatissima Varese targata Attilio Caja, in un ottimo momento di forma e reduce da tre vittorie consecutive.

 

CRONACA

Il match in avvio è equilibrato, ma l'illusione dura poco.Vilnius piazza subito il primo allungo (8-17 con un parziale di 0-9 per i lituani) e scappa via. Torino difende male, e il Rytas ne approfitta, continuando a bersagliare la retina gialloblù dalla distanza e dopo 7' la distanza è già siderale (11-25).

Nella seconda frazione la Fiat aggiusta un po' la difesa, e si mette con pazienza a costruire in attacco limando le distanze e tornando in partita (32-35 al 15') grazie a Jamil Wilson e Tony Carr mentre dall'altra parte Stipceviv fa il bello ed il cattivo tempo e si va all'intervallo lungo con Vilnius avanti di 11 lunghezze (36-47 al 20').

Nella ripresa, la musica non cambia anzi le distanze si dilatano ulteriormente con Rytas che trova il massimo vantaggio (41-57 al 25'). Fallo tecnico alla panchina gialloblù a tre minuti dall'ultima sirena (52-62) e si va all'ultimo riposo con i biancorossi ospiti che possono contare ancora su un discreto vantaggio (57-69 al 30').

I lituani continuano a testa bassa, ma Torino inizia colpo dopo colpo a crederci (74-76 al 35') e nel finale in volata i gialloblù acciuffano il supplementare in extremis, grazie al sangue freddo di Carr che fissa il punteggio dei regolamentari sul 86-86.

Nel supplementare le squadre fanno a spallate, si segna poco e le difese sono attentissime. A 120” dal termine Torino c'è il sorpasso dei lettoni con la bomba di Butkevicius (94-95) ed una palla persa da Delfino consegna di fatto la vittoria a Vilnius, che la spunta al fotofinish 96-101.

 

 

 

 

 

Commenti

Coach Arioli e "La notte dei miracoli"
La Fiat sbatte contro la solidità di Varese