Serie A

Torino torna a sorridere: al PalaVela finisce 77-58 contro Reggio Emilia.

Dopo sei sconfitte consecutive, la Fiat torna alla vittoria di fronte al proprio pubblico.

Fabio Milano
03.02.2019 20:25

Quarantadue giorni. Da tanto durava la maledizione che pareva aver colpito la Fiat, che proprio non voleva più saperne di vincere: era il 23 dicembre infatti, quando i gialloblù, ancora targati Larry Brown, battevano Pistoia al PalaVela. Da allora, sei sconfitte in fila. Ma stasera, contro la GrissinBon degli ottimi Rivers ed Allen (34 punti in due) finalmente è arrivata una gioia per i ragazzi di Paolo Galbiati e Stefano Comazzi: finisce 77-58 per Torino, con un enorme sospiro di sollievo per i quasi quattromila tifosi presenti nell'impianto torinese al termine di una gara tutto sommato quasi sempre in equilibrio con Torino che ha trovato l'allungo finale nell'ultima frazione di gioco, nel momento più importante del match agganciando così in classifica gli uomini di Cagnardi a quota dieci punti totali.La situazione in casa Fiat dunque, si rasserena un attimo dopo settimane turbolente come non mai, con l'ultimo posto in classifica occupato (seppur in coabitazione con Pistoia) stabilmente per diverse giornate.

Buone le prove tra i gialloblù di Dallas Moore (20 punti) e di Hobson (12) oltre al solito, generosissimo, Marco Portannese, autore di 7 punti. Ma l'immediato futuro per Torino si chiama Sassari, domenica prossima nuovamente tra le mura amiche; bisognerà cercare infatti di bissare la prestazione fornita stasera contro gli emiliani, prima della sosta per la “Final Eight” di Firenze, che i campioni in carica saranno costretti a guardare da casa (caso accaduto solamente una volta nella storia della competizione,con questa formula).In attesa di sviluppi, attesi quanto prima, sul fronte societario.

CRONACA

Torino in avvio di match trova con enorme difficoltà il canestro, con Reggio Emilia che prova il primo allungo (2-7 al 2'). La musica non cambia, e la coppia Aguilar-Cervi continua a far male alla difesa della Fiat (7-16 al 6'). Galbiati tenta la carta Portannese, gli emiliani iniziano a faticare in attacco e Torino si rifà sotto: sono infatti cinque le distanze alla prima sirena (15-20 al 10').

In apertura di seconda frazione una bomba di Portannese porta la Fiat avanti per la prima volta (23-22 al 14') mentre tra i reggiani Rivers sale in cattedra ed inizia a prendere le misure alla retroguardia torinese, che lo patisce eccome. Poeta e Cotton infilano nuovamente dalla distanza, e Torino vola sul +5 provando la prima vera mini-fuga. Al minuto 18' Hobson rileva un positivo Portannese (7 punti fino a lì per la guardia di passaporto elvetico). L'inerzia del match torna in estremo equilibrio, con il nuovo tabellone luminoso del PalaVela che all'intervallo lungo segna 36-35.

L'equilibrio non si spezza nemmeno in avvio di terza frazione, con le due bombe firmate Moore e Rivers; ma le due squadre che restano incollate, nel gioco e nel punteggio (43-41 al 24'). Torino, però, acquista fiducia e fluidità in attacco ed in un amen vola a +7 (54-47 al 29'). Sono due liberi di Rivers a fissare il risultato con cui si va all'ultima sirena: 54-51 per la Fiat.

Torino, con un parziale di 9-2 imprime un allungo decisiva alla propria gara, e la tripla di Cotton che fa esplodere il Vela la fa volare a dieci lunghezze di vantaggio (63-53 al 34'). La Fiat controlla fino alla fine il match senza troppi affanni, mettendo in cascina due punti fondamentali per la propria classifica: finisce 77-58 per Torino, con i gialloblù che attendono Sassari nel prossimo turno di campionato, domenica prossima al Vela.

 

FIAT TO-GRISSIN BON RE 77-58

FIAT TORINO: Wilson 6, Anumba 1, Hobson 12, Guaiana, Poeta 7, Cusin 2, Mc Adoo 1, Jaiteh 10, Moglia ne, Portannese 7, Moore 20, Cotton 11.

GRISSIN BON RE: Mussini, Allen 15, Candi 2, Rivers 19, Aguilar 5, Gaspardo ne, Vigori ne, Cervi 8, Ortner 6, Llonpart 1, De Vico 2.

Commenti

Le pagelle e il riassunto di Trieste - Torino
La rassegna stampa di lunedì 4 febbraio 2019