News

Il finale sorride a Forlì: al Pala Gianni Asti passa l'UniEuro (84-89)

Dopo tre quarti al comando, la Reale Mutua si deve arrendere a Landi e compagni

Veronica Guariso
02.05.2021 22:43

Nuovo stop per la Reale Mutua Basket Torino che cade contro Forlì al Pala Gianni Asti. Nonostante il vantaggio mantenuto per i primi tre quarti, i gialloblù vanificano ogni sforzo nel finale. Gli emiliani, già vittoriosi in Supercoppa contro i gialloblù, riescono nuovamente ad aggiudicarsi il match, imponendosi 84-89.

Partenza equilibrata tra le due formazioni che, trascinate rispettivamente da Landi e Diop, si equivalgono. Forlì prende poi il largo grazie alle triple di Bolpin e Natali, portandosi avanti di cinque lunghezze (9-14 al 5’). Torino risponde con Pinkins ed Alibegovic che, assieme a Clark permettono di riagganciare gli emiliani (18-19 al 7’). Gli sforzi dei gialloblù vengono però ripagati nel finale: ancora Clark ci mette la firma e permette ai suoi di chiudere il primo quarto in vantaggio (25-24).

La squadra ospite si rifà sotto per tornare avanti con Landi e l’ex gialloblù Bruttini, ma Pinkins è chirurgico, e con due triple consecutive assicura un piccolo margine di vantaggio ai suoi (35-30 al 13’). Lo strappo viene però presto colmato dagli uomini di Dell’Agnello che ristabilisce l’equilibrio (42-42 al 19’). Ma ci pensano un super Cappelletti e capitan Alibegovic a spezzarlo: il tabellone all’intervallo lungo segna 45-42 a favore della Reale.

L’andamento non cambia al rientro in campo. L’Unieuro paga qualche imprecisione di troppo in attacco e Torino ne approfitta (50-42 al 21’). I biancorossi provano quindi a riavvicinarsi, ma la qualità dei gialloblù si fa sentire (60-52 al 27’). Landi, con la sua intraprendenza, prova a spostare l’ago della bilancia a favore degli emiliani, trascinandoli fino al -2 (62-60) ma non basta. Torino resiste agli attacchi avversari fino a fine quarto, chiudendo nuovamente in vantaggio (66-63).

Gli uomini di Cavina proseguono con la stessa voglia di portarla a casa anche nell’ultimo frangente di gioco. Una buona partenza nell’ultima frazione non basta però a spegnere le speranze di Forlì, che risale la china e riapre il match (75-74 al 35’). Gli emiliani riprendono coraggio e tornano a crederci, riprendendo il comando a meno di tre minuti dalla fine (79-82). Sfumano le speranze della Reale, con gli emiliani che fanno festa e con i gialloblù che vedono sfumare la possibilità di agganciare Napoli in testa al girone bianco.

Il tempo per piangersi addosso dopo questa sconfitta è poco per gli uomini di Cavina, che tra sette giorni dovranno tornare sul parquet per affrontare Napoli. A caccia di riscatto, proveranno ad imporsi contro i partenopei.

Commenti

Iacozza: “Contro Forlì, un’altra partita dal grande spessore tecnico”
Torino cade contro Scafati perdendo 89-95 dopo un overtime